info@ecobioservice.it   +39 080 5746718

iten

Lavora con noi

 

 

EcoBioService ESCo certificata UNI CEI 11352, per implementare il suo piano di crescita, si prepara ad inserire nel proprio team un/a giovane laureato/a che intenda intraprendere e sviluppare un percorso professionale su tematiche legate al mondo dell’energia. Stiamo cercando persone motivate che abbiano buone doti relazionali, team work e un approccio innovativo e multifunzionale.

Posizione Aperta: JUNIOR ENERGY SPECIALIST

La risorsa affiancherà il Responsabile nelle seguenti attività:

  • Gestione delle attività di analisi ed efficientamento energetico presso Pubbliche Amministrazioni e realtà industriali del territorio.
  • Sopralluoghi presso i clienti per eseguire la diagnosi energetica e/o valutare la fattibilità di interventi di efficienza energetica o di installazione di impianti a fonti rinnovabili;
  • Bill Audit, implementazione di Sistemi di Gestione dell'Energia e progettazione per riqualificazione energetica di edifici pubblici, privati e processi.

 

Caratteristiche del profilo ideale:

  • Laurea in Ingegneria
  • Età massima di 35 anni
  • Intraprendenza, proattività, flessibilità e pensiero laterale;
  • Conoscenza della lingua inglese: intermediate level;
  • Capacità di analisi, di sintesi e di precisione;
  • Attitudine al lavoro in team;
  • Organizzazione del lavoro in autonomia.

Costituisce titolo preferenziale la conoscenza delle attività di Energy Management, la conoscenza dei mercati dell’Energia Elettrica e del Gas e la padronanza della normativa relativa a Titoli di Efficienza Energetica, Diagnosi Energetiche, progettazione riqualificazione energetica.

Offriamo:

  • Prospettiva di lavoro in una realtà aziendale solida e dinamica formata da professionisti;
  • crescita professionale ed economica commisurata alle competenze acquisite;
  • Training on the job.

Sede di lavoro: Martina Franca

Modalità di inserimento: Tempo indeterminato

Come candidarsi:

Se pensi di avere le caratteristiche per far parte della nostra squadra, ti invitiamo a inviare una mail contenente una breve presentazione motivazionale ed il CV a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. con Oggetto: Rif. Junior Energy Specialist

Campagna ENEA per l'efficienza energetica: partecipa anche tu agli eventi di promozione!

ENEA lancia la prima Campagna nazionale "Italia in classe A" per informare sull'uso razionale dell'energia. Se sei un'impresa del settore puoi aderire anche tu per promuovere e informare sull'efficienza energetica!
 
Si chiama "Italia in classe A" la prima Campagna nazionale di formazione e informazione sull'efficienza energetica promossa dal Ministero dello Sviluppo Economico e realizzata dall'ENEA. La campagna, di durata triennale, realizza quanto programmato dal decreto legislativo 102/2014 e si compone di una serie di programmi legati alla diffusione dei concetti virtuosi quali l'uso razionale dell'energia, la riduzione dei consumi e l'efficienza energetica. Il target a cui è rivolta la campagna è ampio, dalle Pubbliche amministrazioni alle imprese, dagli istituti bancari fino ai cittadini.
Come parte della campagna "Italia in classe A", novembre è stato nominato mese dell'efficienza energetica. In questa occasione infatti imprese e associazioni del settore, ma anche scuole e PA, sono invitate ad aderire al programma contribuendo così con eventi di promozione e divulgazione sull'efficienza energetica. Tramite materiale e supporto forniti dall'ENEA, gli enti che aderiscono all'iniziativa potranno quindi organizzare seminari, eventi ed attività di promozione con l'obiettivo di far conoscere ad un pubblico sempre più vasto l'importanza di questioni come l'uso razionale dell'energia. Partecipa anche tu alla campagna per informarti e informare sull'efficienza energetica!
 
 

Turbine eoliche più efficienti grazie a squali e gechi!

 
Le tecnologie innovative si ispirano sempre più alla natura, stavolta per migliorare la produzione di energia dal vento.
 
Vi abbiamo già diverse volte parlato di come la natura possa essere di estremo supporto alla tecnologia moderna. Eccone un nuovo esempio. La biomimesi stavolta ha fornito un supporto fondamentale per migliorare le prestazioni delle turbine eoliche e produrre energia dal vento in maniera sempre più efficiente. Le ricerche provengono dalla Texas Tech University, il cui Innovation Hub ha dato vita alla Flow Raider, una start-up concentrata proprio sullo sviluppo di un rivestimento superficiale da applicare alle pale delle turbine eoliche per controllare meglio il flusso d'aria intorno ad esse. E alla base di tale progetto ci sono le esperienze provenienti da animali come gechi e squali. L'ingegnere meccanico a capo della start-up, Burak Aksak, infatti, afferma di aver in passato sviluppato collanti microfibrillari ispirati al geco per la produzione di fogli adesivi su larga scala. Le lastre sintetiche che produceva insieme al suo gruppo di ricerca, però, sono molto simili alle strutture e dimensioni del rivestimento dermico degli squali, che hanno infatti piccole scaglie utili a ridurre le turbolenze nell'acqua migliorando l'idrodinamicità e la velocità. Applicando quindi un rivestimento fatto di piccoli dentelli dermici alle superfici delle pale eoliche, sarà possibile incrementarne l'aerodinamicità e le prestazioni. Grazie a questa tecnologia, ancora in un fase primordiale di sviluppo, sarà possibile quindi realizzare turbine eoliche non solo più efficienti, ma anche meno costose dal punto di vista della manutenzione e del trasporto. Questi studi potranno sicuramente essere una delle opportunità più innovative per permettere al settore dell'energia eolica di diventare una delle soluzioni chiave nella transizione energetica verso le rinnovabili. 
 
Fonte: AS Solar
 

Stop al carbone dal 2025: in Italia si può fare!

Secondo il WWF in Italia nel 2025 sarà possibile dire addio all'utilizzo del carbone, fonte energetica tra le più inquinanti
 
In Italia dal 2025 si potrebbe interrompere l'utilizzo di carbone a scopi energetici, è quello che sostiene il WWF e che sarebbe perfettamente in linea con gli accordi di Parigi sul clima del 2015. Questa intenzione è stata manifestata dal ministero dello sviluppo economico che, in vista della prossima definizione della nuova Strategia Energetica Nazionale (SEN), ha fatto intendere la volontà di eliminare l'utilizzo del carbone nel 2025 a fronte di un maggior sfruttamento del gas, per poi dal 2030 aumentare fortemente l'utilizzo delle fonti energetiche rinnovabili. Il WWF auspica però che si proceda al più presto con provvedimenti attuativi subito dopo il varo della Strategia, in modo da avviare immediatamente il percorso verso l'obiettivo di stop al carbone.
L'addio al carbone per l'Italia potrebbe inoltre essere fattibile poiché l'energia elettrica prodotta da questa fonte è pari solamente al 12-16% del fabbisogno energetico; tuttavia è importante eliminare l'utilizzo del carbone poiché è responsabile del 40% delle emissioni del settore elettrico. L'obiettivo dello stop al carbone dal 2025 sarebbe quindi una decisione esemplare anche per paesi europei come la Germania e la Polonia, ancora molto dipendenti energeticamente dal carbone. Altri paesi invece hanno già fissato i loro obiettivi per l'addio al carbone: Francia, Portogallo, Finlandia, Svezia e Danimarca hanno dichiarato il loro stop al carbone per il 2025, mentre il Belgio ha eliminato questa fonte energetica già dal 2016!
 
Fonte: AS solar
          WWF
 

Londra: presto la città più verde d'Europa

Le politiche green della capitale inglese e il sostegno dell'innovazione tecnologica potranno rendere la Londra del futuro un grande quartiere verde. 

Non è una novità che Londra si stia muovendo sempre più verso un'architettura verde e sostenibile. Già il precedente sindaco della città, infatti, Boris Johnson, si era impegnato per l'approvazione del progetto "100 Pocket Parks" durante il suo mandato, un progetto per la realizzazione di 100 nuovi parchi diffusi e sparsi in 26 quartieri della città. Un'attenzione al verde urbano che prosegue con la nuova direzione della capitale inglese da parte del sindaco eletto lo scorso maggio 2016, Sadiq Khan, il quale ha l'ambizioso obiettivo di trasformare Londra il una città ricoperta di verde, ovvero una "National Park City". Il primo "mattone" per l'attuazione di questo progetto risiede proprio nell'utilizzo diffuso di "Green Blocks". Si tratta di un mattone completamente riciclabile e forato all'interno del quale crescono piante e fiori, sviluppato dallo studio di architettura WAGT. Il vantaggio più grande del Green Block è quello di essere un blocco modulare e poter essere usato, quindi, nei più disparati luoghi della città: facciate delle costruzioni cittadine, dei ristoranti e caffè, persino transenne per delimitare cantieri o corsie preferenziali per piste ciclabili o le pensiline degli autobus. Tutto ciò con un doppio vantaggio: quello di abbellire la città, sostituendone il grigio urbano con il verde naturale, e quello di purificare l'ara grazie all'azione di assorbimento di CO2 che la vegetazione naturalmente possiede.  Una opportunità, quindi, estremamente vantaggiosa, che al momento, purtroppo, è appunto solamente un'opportunità, dato che al momento il Green Block è ancora in fase di prototipo. Ma WATG assicura che i mattoncini verdi saranno presto in commercio, al più entro la fine del 2018. 
 
Fonte: Green.it
 

EBS NEWSLETTER

Iscriviti per essere aggiornato su novità, incentivi e buone pratiche di efficienza energetica. EcoBioService Smart Solutions per contenere i costi e rilanciare la competitività!
Please wait

CONTATTACI

contatti

 Via Massafra 26/F 
 74015 Martina Franca (TA)

 Tel./Fax: +39 080 5746718
 Mail: info@ecobioservice.it

ECOBIOSERVICE SRL SMART ENERGY SOLUTIONS - P. IVA 02704260732 REA 164299 C.C.I.A. TARANTO