info@ecobioservice.it   +39 080 5746718

iten

Google: ora alimentata al 100% da rinnovabili!

I fabbisogni elettrici del colosso dei motori di ricerca sono da adesso coperti esclusivamente da fonti rinnovabili
 
Lo scorso 30 novembre Google ha annunciato tramite le piattaforme social di aver aggiunto circa 500 MW da fonte rinnovabile alla lista dei suoi fornitori di energia. In questo modo si sono quindi raggiunti i 3GW complessivi di energia da fonte rinnovabile, che corrisponde proprio alla totalità dei fabbisogni dell'azienda. Dopo l'annuncio fatto dalla Lego poco tempo fa infatti, Google si era ripromessa di prendere esempio e porsi come obiettivo entro la fine del 2017 l'alimentazione totalmente da fonti rinnovabili; lo scopo è stato raggiunto infatti pochi giorni fa con un mese circa di anticipo sulla scadenza imposta. Gli ultimi accordi di acquisto di energia pulita da parte dell'azienda sono stati presi con grandi parchi eolici presenti negli Stati dell'Iowa, Oklahoma e South Dakota. Alla luce di questi ultimi aggiornamenti, Google si posiziona al primo posto tra gli acquirenti aziendali di energia pulita al mondo; in seconda posizione troviamo Amazon, con l'acquisto di 1,5 GW di potenza elettrica. D'altronde Google si è sempre distinta per il suo interesse verso le fonti di energia pulita, dimostrando di avere a cuore la questione delle rinnovabili sin dal 2007; con il calo dei prezzi dell'energia da fonte solare ed eolica poi, si sono ulteriormente accelerati gli investimenti nelle fonti sostenibili e quindi la trasformazione di Google in un' azienda 100% Green! 
 
 
 

Riscalda spendendo meno

Hai necessità di riqualificare il tuo edificio aumentandone la prestazione energetica?  Vuoi realizzare interventi finalizzati alla produzione di energia termica da fonti rinnovabili?

Il DM 16.02.2016, o cosiddetto “Conto Termico 2.0”, potenziato e semplificato rispetto alla precedente versione, ti permette di ridurre i costi dei consumi e di recuperare in tempi brevi parte della spesa sostenuta.

Tieniti forte, EcoBioService può aiutarti!

Il nostro team, composto da professionisti ed esperti in gestione dell’energia (EGE), può guidarti nel tortuoso mondo degli incentivi. Offriamo infatti ai nostri clienti consulenze in tema di progettazione degli interventi, e ci occupiamo di tutta la fase istruttoria. Inoltre ti diamo anche la possibilità, a fronte di un cospicuo sconto sull’intervento da realizzare con notevole riduzione del costo da sostenere, di cedere l’incentivo a Ecobioservice!

Cosa aspetti???

Il Conto Termico 2.0 ti permette di alleggerire la tua bolletta, è un’opportunità che non puoi lasciarti sfuggire!

Inizia subito a risparmiare! Scopri come inserendo i tuoi dati e affidati a EcoBioService!

Obbligo monitoraggio consumi e diagnosi 2019

 

Possiedi una grande impresa o una azienda energivora? La tua azienda ha più di 250 dipendenti oppure consuma più di 100 Tep/annui?

Lo sai che secondo il Dlgs 102/2014 nel 2019 dovrai presentare la diagnosi energetica della tua azienda basandoti sui dati misurati nel 2018? È ora di iniziare a monitorare i consumi!

Non preoccuparti, EcoBioService può aiutarti!

Il nostro team è composto da professionisti ed esperti in gestione dell’energia (EGE) che possono guidarti nel processo di controllo dei consumi energetici della tua azienda!

Offriamo infatti ai nostri clienti consulenze sul monitoraggio dei consumi secondo le Linee Guida proposte da ENEA. Inoltre seguiamo il cliente nella fase della diagnosi energetica, analizzando i fabbisogni e proponendo interventi di efficientamento energetico. In più, affidandoti a noi potrai facilmente accedere a incentivi ad agevolazioni fiscali per la realizzazione di interventi migliorativi dell’efficienza energetica della tua azienda!

Misurare e ridurre i consumi è un obbligo di legge ma anche un’opportunità per alleggerire la tua bolletta!

Inizia subito a risparmiare! Scopri come inserendo i tuoi dati e affidati a EcoBioService!

 

Illuminazione pubblica più efficiente: nuovi criteri ambientali

Aggiornati i Criteri Ambientali Minimi (CAM) sull’efficienza dell’illuminazione pubblica; il decreto con le nuove disposizioni è stato firmato dal Ministro dell’Ambiente Gian Luca Galletti

Il Ministro dell’Ambiente Gian Luca Galletti ha firmato il nuovo decreto per l’aggiornamento dei Criteri Ambientali Minimi (CAM) sull’illuminazione pubblica. L’obiettivo è quello di rendere migliore e più efficiente l’illuminazione, riducendo allo stesso tempo i costi e l’impatto ambientale di dispositivi quali lampade, LED, gruppi ottici e impianti illuminanti in generale.

Il decreto sui CAM è suddiviso in tre parti: la prima parte è relativa alle modifiche degli impianti di illuminazione volte all’aumento delle prestazioni in termini di efficienza energetica, affidabilità e vita utile dei dispositivi; le specifiche di ogni componente si differenziano in base al suo utilizzo finale, in modo da adattarsi alle diverse necessità. La seconda parte tratta il tema dell’inquinamento luminoso, il territorio viene mappato in modo da suddividere l’area totale da illuminare e definire per ogni zona un livello massimo di diffusione della luce verso l’alto. La terza parte si occupa degli aspetti sociali degli appalti pubblici “verdi”, controllando la legittimità dei modelli organizzativi dei candidati e monitorando comportamenti disonesti verso i lavoratori, per garantire il rispetto di condizioni di lavoro dignitose, in accordo con i fondamenti etici delle convenzioni ONU.

Sostituendo i vecchi impianti di illuminazione con nuovi dispositivi ad alta efficienza, si è stimato di poter risparmiare circa 500 milioni di euro l’anno, oltre alle vantaggiose riduzioni dei consumi e delle emissioni. Inoltre, il Ministro ha dichiarato che entro la fine del 2017 verranno aggiornati i criteri di gestione degli impianti di illuminazione pubblica, per garantire un migliore percorso di manutenzione e gestione degli apparati dismessi e di quelli nuovi. 

Fonte: AS Italia
 
Vedi anche: LED-Relamping

Addobbi natalizi: ecco come risparmiare sulla bolletta

 
L'utilizzo di oggetti luminosi a LED può notevolmente tagliare i costi e i consumi di energia che durante le vacanze di natale rischiano di crescere troppo.
 
Ci siamo. Il periodo delle luminarie nelle strade e nelle case è ufficialmente arrivato. Tutti ci apprestiamo ad addobbare la nostra casa al meglio per riuscire a respirare al massimo l'atmosfera natalizia. Questa tradizione, però, rischia di far crescere non di poco la nostra bolletta: nel 2016 è stato stimato che i consumi per le luci di Natale in tutta Italia hanno superato i 2560 MW. Ma risparmiare energia e limitare l'impatto sull'ambiente pur garantendo l'atmosfera natalizia si può: con l'utilizzo delle decorazioni a LED. Infatti una lampadina ad incandescenza consuma 0.45 W, di cui solo il 67% è effettivamente trasformato in luce, considerando un'efficienza luminosa di 1.5%. Le luci natalizie a LED, invece, anche se leggermente più costose, hanno un rendimento fino al 22%, forniscono un risparmio del 80% rispetto alle normali lampadine, durano più a lungo e richiedono poca manutenzione. Le luci LED, poi, oltre ad ottimizzare i consumi di energia, sono anche più sicure poiché non hanno elevati surriscaldamenti ed abbassano i rischi di incendi. Inoltre, per essere ancora più efficienti, si può pensare di utilizzare catene di lucine natalizie a LED provviste di un piccolo pannello fotovoltaico, in modo da azzerare completamente il costo energetico del Natale. Infine, è sempre utile ridurre i consumi di energia e quindi le ore di accensione degli addobbi: munitevi di timer per programmare l'ora di accensione e spegnimento, magari tenendole accese dal tramonto alla mezzanotte. E ricordate, che per lo stesso principio, le luci ad intermittenza sono più convenienti di quelle continue.
Allora, che aspettate? Correte ad addobbare il vostro albero e la vostra casa, ma fatelo in modo efficiente!
 
 
Vedi anche: Impianti a LED

EBS NEWSLETTER

Iscriviti per essere aggiornato su novità, incentivi e buone pratiche di efficienza energetica. EcoBioService Smart Solutions per contenere i costi e rilanciare la competitività!
Please wait

CONTATTACI

contatti

 Via Massafra 26/F 
 74015 Martina Franca (TA)

 Tel./Fax: +39 080 5746718
 Mail: info@ecobioservice.it

ECOBIOSERVICE SRL SMART ENERGY SOLUTIONS - P. IVA 02704260732 REA 164299 C.C.I.A. TARANTO