info@ecobioservice.it   +39 080 5746718

iten

Efficienza energetica nella PA: c’è tempo fino al 15 luglio!

La riqualificazione energetica degli edifici pubblici è un punto cruciale per gli obiettivi di sostenibilità nazionali: pubblicate dal MISE le linee guida per la presentazione dei progetti relativi.

Sono ora disponibili sul sito del Ministero dello Sviluppo Economico (MISE) le linee guida per la presentazione dei PREPAC, ovvero i progetti di riqualificazione energetica degli immobili della Pubblica amministrazione centrale. Il decreto Dlgs 102 del 2014, infatti, ha introdotto l’obbligo per tutti gli enti pubblici di effettuare ogni anno, fino al 2020, interventi di riqualificazione energetica di almeno 3% dell’intero involucro edilizio. Lo scorso 16 settembre, poi, il Ministero dello Sviluppo Economico ha pubblicato un decreto attuativo sulle modalità del Programma PREPAC. Ed ora lo stesso ministero ha pubblicato il documento, redatto da ENEA e GSE, in cui si espongono le linee guida per la presentazione dei progetti PREPAC. La necessità di interventi in questo senso sembra essere sempre più considerevole, anche considerando le spese energetiche che la Pubblica Amministrazione ha dovuto sostenere durante lo scorso 2016. Si tratta di dati SIOPE elaborati da ENEA che prospettano una situazione tutt’altro che positiva: le spese per elettricità, riscaldamento e trasporto nella PA centrale sono state pari a circa 117 milioni di euro nel 2016, mentre per i Comuni le stesse spese ammontano a circa 1,85 miliardi; 220 milioni di euro, invece, sono stati spese dalle Province italiane, ed in particolare per la gestione di gran parte dell’edilizia scolastica; infine, per quanto riguarda le Strutture sanitarie le spese ammontano a circa 1,3 miliardi di euro. Emerge, quindi, da questi numeri l’urgenza di un efficientamento energetico dell’edilizia pubblica e le istituzioni nazionali vogliono dare una grande spinta affinché ciò avvenga.

Nello specifico, nelle linee guida da poco pubblicate vengono descritti i criteri per la valutazione delle proposte progettuali, oltre che gli interventi e le spese ammissibili e le modalità di presentazione della domanda. Vengono anche definite le modalità di redazione dei progetti, sia per quanto riguarda i contenuti minimi previsti e le documentazioni relative necessarie che per le indicazioni operative sulle valutazioni e calcoli energetici.

Ma cosa più importante, il Ministero indica anche la prossima scadenza per la presentazione delle proposte di intervento relative all’annualità 2017, stabilita per il 15 luglio 2017. Gli enti pubblici devono quindi affrettarsi a redigere questi progetti, ovviamente con il supporto di personale specializzato. Non perdere questa occasione, affidati all’esperienza di EcoBioService!!!

Fonte: MISE, Qualenergia

Vedi anche: Enti Pubblici

EBS NEWSLETTER

Iscriviti per essere aggiornato su novità, incentivi e buone pratiche di efficienza energetica. EcoBioService Smart Solutions per contenere i costi e rilanciare la competitività!
Please wait

CONTATTACI

contatti

 Via Massafra 26/F 
 74015 Martina Franca (TA)

 Tel./Fax: +39 080 5746718
 Mail: info@ecobioservice.it

ECOBIOSERVICE SRL SMART ENERGY SOLUTIONS - P. IVA 02704260732 REA 164299 C.C.I.A. TARANTO